God of War su PC: la fine delle esclusive?

di pask Commenta

Non tutti sono contenti dell'arrivo di God of War su PC, noi però ci dissociamo dai delusi e siamo contenti di questa notizia.

La notizia ha fatto scalpore in queste ultime ore, soprattutto per la sua improvvisata. Ebben sì, God of War uscirà nel 2022 anche su pc e ad annunciarlo prendendo alla sprovvista molti giocatori (noi compresi) è la pagina steam comparsa improvvisamente. Non ci credete? Cliccate qui per visitarla.

Chiariamo subito che si tratta, per ora, solo del capitolo che ha segnato il reboot della saga aggiungendo la mitologia norrena alla storia, il precursore di God of War Ragnarok praticamente, dove nella storia è presente anche Atreus il figlio del protagonista Kratos ed insieme cominceranno un’avventura che li vedrà affrontare divinità e bestie della mitologia vichinga. Cosa è successo dunque per vedere uno dei titoli di punta delle esclusive Sony su Playstation per approdare finalmente anche su PC? Sarà davvero la fine dell’era di esclusive forzate dove molte persone si perdevano svariati titoli e capolavori solo perché non si possedeva la console giusta? Forse, speriamo sia così.

Non tantissimi giorni fa proprio Jim Ryan, presidente Sony, fece un’esclamazione che probabilmente virava proprio alla notizia di cui stiamo parlando. Stando alle sue parole di seguito, per lui è un vero e proprio sogno che si avvera ma assicuriamo a Jim che non è l’unico anche perché personalmente desideravo una playstation solo per God of War, ma così mi darà la possibilità di risparmiare qualcosa per comprare il gioco su PC e molti altri di mio gradimento. Dunque vi riportiamo le sue testuali parole:

Sogno un mondo dove i giochi di PlayStation possano essere giocati da milioni di persone, magari anche centinaia di milioni di persone. Adesso, con il modello console attuale, una grande hit PlayStation può raggiungere tra i 10 e i 20 milioni di utenti. Se fai un confronto, musica e cinema possono essere fruiti da un pubblico potenzialmente illimitato. Ritengo che molta dell’arte realizzata dai nostri studi sia tra il miglior intrattenimento del mondo e delimitarne l’utenza è davvero frustrante. Mi piacerebbe un mondo dove centinaia di milioni di persone possano provare i nostri giochi. FONTE

Esatto caro Jim, perché limitare la propria arte ad un bacino di utenza limitato quando si può aspirare ad una fetta di pubblico maggiore? Purtroppo però non tutti sono d’accordo. C’è addirittura un bacino di utenza, chiamiamoli pure fanatici, che si dichiara “delusa” di vedere God of War su PC. Noi sinceramente la pensiamo come Jim e non vediamo l’ora che arrivi il 14 gennaio 2022 per gustarcelo su PC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>