Xbox series X conferme su hardware e software

di Roberto S. Commenta

Arrivano le prime conferme Hardware e Software per la nuova console di casa microsoft. La retrocompatibilità?

Dalle supposizioni alle conferme. Microsoft ha pubblicato le specifiche tecniche per la futura console di casa “Xbox Series X”.

Hardware

Andiamo per gradi cominciando dal sistema Hardware. Troviamo finalmente (sì, perché esistono da un bel po’ di tempo ormai) l’utilizzo degli SSD che dovrebbe ridurre drasticamente i tempi di caricamento oltre a dare un notevole miglioramento prestazionale per la memoria interna.

La potenza grafica è poi gestita da 12Teraflops con una GPU RDNA2, praticamente il doppio della console precedente. La CPU è affidata invece ad AMD con un processore Zen2.

Software

Dal lato software si può contare sull’utilizzo di varie software che andranno a braccetto con i componenti appena elencati. In primis ci sarà il VRS (Variable Rate Shading) che sarà quello che si occuperà della gestione di tutta la potenza di calcolo generata dal processore alleggerendo quella della gpu e favorendo il framerate rendendolo più stabile.

Quick Resume sarà invece il software annesso al SSD che si occuperà di gestire al meglio i salvataggi. I giocatori potranno ricominciare i giochi dall’esatto punto in cui si era lasciato, saltando tutti i caricamenti superflui. Questo farà risparmiare tempo e pazienza.

Il Ray Tracing poi sarà la peculiarità grafica di questa nuova generazione di videogiochi in generale. L’abbiamo già vista sui PC ed arriverà in via definitiva anche su console, dove dai primi trailer dei videogiochi che usciranno sulla Xbox X si possono già notare le migliorie grafiche.

DLI (Dynamic Latency Input) come ultima conferma in merito sarà in grado di diminuire la frazione di tempo situata tra l’input dei pulsanti sul controller ed il segnale che arriva alla console stessa, promettendo precisione e velocità per i giocatori, oltre alla diminuzione della latenza in questo.

La Retrocompatibilità?

Ebbene è stata confermata anche la retrocompatibilità. I giocatori potranno acquistare i giochi una volta e giocarli a seconda della versione di console che posseggono, senza essere obbligati ad acquistare ogni versione disponibile. La retrocompatibilità comunque sarà possibile perpetrarla fino alla prima generazione di Xbox con la promessa di Phil Spencer (CEO di Microsoft) di avere un feeling migliore per i giochi più datati. La retrocompatibilità, inoltre, è estesa anche agli accessori della Xbox One che potranno essere riutilizzati anche sulla X.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>