InSane cancellato da THQ

di Alessandro Bombardieri Commenta

THQ ha chiuso comunque il trimestre con buoni risultati.

THQ ha cancellato lo sviluppo del titolo InSane. Dopo la presentazione dei risultati fiscali il presidente della software house, Jason Rubin, ha annunciato che Volition ha fermato la pre-produzione del gioco portato avanti in collaborazione con Guillermo del Toro riconsegnando tutti i diritti.

InSane in origine fu annunciato nel 2010, il suo debutto non era comunque previsto prima della fine del 2014. Si tratta solamente dell’ultimo gioco cancellato da THQ, che nel corso degli ultimi anni ha dovuto annullare diversi progetti…


Per esempio è stato cancellato anche lo sviluppo di Devil’s Third con tutti i diritti che sono ritornati agli sviluppatori Tomonobu Itagaki ed il suo team Valhalla Studios. THQ ha anche modificato il progetto relativo al MMORPG Warhammer 40,000: Dark Millenium, trasformandolo in un classico RPG, lasciando anche a casa 118 impiegati nel frattempo.

Rubin ha inoltre detto che THQ non si concentrerà più sui giochi casual di Facebook o sul mobile, invece da adesso in avanti concentrerà la maggior parte degli sforzi sul mercato più classico dei videogiochi, cioè console e PC.

I MIGLIORI GIOCHI PER ANDROID

L’annuncio della cancellazione di InSane ha fatto passare in secondo piano i buoni risultati del trimestre di THQ, che ha chiuso in profitto per la prima volta dall’ultimo trimestre del 2009. Il trimestre terminato il 30 giugno ha fatto segnare un profitto di 15,4 milioni di dollari per THQ, nonostante le vendite rispetto allo stesso periodo dell’anno prima siano scese del 32%, portando a ricavi netti di 133,7 milioni di dollari. Questi risultati includono anche 4,3 milioni di dollari spesi per riprogrammare o cancellare o modificare lo sviluppo dei titoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>