Battlefield 5, addio al pay to win e niente acquisti al lancio

di Enrico Cantone Commenta

E’ arrivata un’importante decisione di Electronic Arts: dopo le furenti polemiche, seguite da un vero e proprio scandalo, su Star Wars Battlefront 2, la casa di produzione ha deciso di abolire la valuta in-game in Battlefield 5 destinata all’acquisto di oggetti utili a dare un vantaggio effettivo durante il gioco. Valuta che veniva acquistata a sua volta con soldi reali.

Battlefield 5

Insomma, EA ha usato il buonsenso e ha di fatto deciso di premiare chi giocherà tanto (e bene) a Battlefield 5 e non chi acquisiva vantaggi enormi usando denaro vero. La valuta di gioco sarà di conseguenza disattivata al momento del lancio. Nel blog ufficiale di EA si legge proprio questo : “Non vogliamo dare vantaggi ingiusti nel gameplay, va premiato chi gioca spesso e chi gioca bene”. Inoltre non ci sarà alcun loot box o Premium Pass.

Su Battlefield 5 arriveranno quindi due valute: Company Coin e Battlefield Currency. La prima è quella che si guadagnerà giocando e che servirà a sbloccare oggetti, armi e specializzarsi nella guida di veicoli. La seconda sarà invece acquistabile tramite il denaro reale ma servirà soltanto ad aggiudicarsi oggetti “cosmetici” sia per i soldati che per le armi e che quindi non daranno vantaggi nel gioco. La Battlefield Currency, tra l’altro, arriverà soltanto in seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>