Azione legale contro Electronic Arts

di Sorush Kavoosian Commenta

Azione legale contro Electronic Arts a causa del suo comportamento nella vendita di Battlefield 3.

Problemi per Electronic Arts. La casa canadese dovrà affrontare una class action, promossa dallo studio legale americano Edelson McGuire, in quanto EA non è riuscita a mantenere il suo proposito di rilasciare una copia gratuita del gioco del 2009 Battlefield 1943 assieme all’acquisto nei negozi di Battlefield 3, nella versione per PlayStation 3.


EA aveva rilasciato un comunicato ufficiale nei primi mesi dell’anno che prevedeva questa opzione ma al momento del lancio di Battlefield 3, avvenuto in ottobre, non ha provveduto a consegnare le copie di Battlefield 1943 e ha successivamente confermato via Twitter che non avrebbe rilasciato le copie gratuite di Battlefield 1943.
La causa ha come obiettivo quello di far ottenere ai giocatori di PS3 la copia del gioco, senza chiedere ulteriori risarcimenti in denaro. Lo studio legale in particolare si è concentrato sulle false promesse fatte da EA, che secondo lo studio ha fatto preferire a molti giocatori l’acquisto di Battlefield 3 nella versione per PS3 (in quanto avrebbero ricevuto anche la copia gratuita di Battlefield 1943) invece di prendere versioni per XBox 360 e PC, che magari erano più congeniali al giocatore.

Inoltre EA ha smentito la possibilità di ricevere il gioco gratuito solamente dopo il lancio ufficiale di Battlefield 3, quindi con molti giocatori che avevano già comprato il gioco.
Battlefield 3 nella sua prima settimana di vendita ha venduto più di 5 milioni di copie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>