Torchlight Recensione

di Gianluca Bruno 1

Se amate gli hack’n’slash in stile Diablo allora Torchlight è il gioco che fà il caso vostro...

Siete tra quelli che alla notizia dell’ennesimo posticipo dell’uscita di Diablo III hanno imprecato selvaggimente? Se si allora correte a comprare Torchlight.

Il lavoro della Runic Games riprende molte delle caratteristiche degli hack’n’slash in stile Diablo anche considerando che nel team di sviluppo sono presenti Max Schaefer e Trevis Baldree, rispettivamente mente dello sviluppo del primo Diablo e autore dell’ottimo Fate.

Uno staff e un progetto con tutte le carte in regola per regalarci un’ ottimo prodotto, dal prezzo molto buono e che piacerà molto agli appassionati del genere.

Torchlight è una cittadina di minatori situata vicino ad una ricca vena di Ember, il minerale capace di creare oggetti magici e donare il potere della magia. Il potere ha però un prezzo molto alto, l’ Ember porta la pazzia a chi lo posside, a riguardo le leggende del passato parlano di intere civiltà che si sono auto distrutte.

Il nostro compito sarà quello di esplorare il mondo uccidendo tutto quello che ci capita davanti e capire se queste leggende sono vere o no.

I personaggi disponibili sono solo tre:

Destroyer: è il classico guerriero che combatte corpo a corpo
Vanquisher: è il classico ladro o arciere, cmq combattimenti da lontano
Alchemist: è un potente mago

Una volta scelto il personaggio dovremo scegliere il nostro Pet, un simpatico animaletto di compagnia che ci seguirà ovunque e ci aiuterà in molti modi restando in prima linea a combattere insieme a noi.

A livello tecnico il lavoro della Runic Games è molto particolare, caratterizzato da uno stile cartoon molto piacevole da vedere anche se poco dettagliato, con texture e modelli veramente molto semplici. Al contrario animazioni, magie e in genere gli effetti speciali sono discretamente curati.


Come avete capito la grafica non è certamente il punto forte di questo gioco, ma non fatevi ingannare, non rovina assolutamente la validità dell’esperienza di gioco.

Curatissima invece la colonna sonora
, sempre presente durante il gioco ma che non stufa e non infastidisce mai.

La profondità di gioco è fin troppo semplice, le missioni sono quasi sempre dei semplici “Vai li e uccidi tizio” anche se le possibilità di personalizzare il proprio personaggio e il gran numero di oggetti collezionabili rendono comunque il titolo molto longevo.

Inoltre il prezzo del gioco è decisamente onesto, solo 15,99 Euro o 20 dollari se decidete i acquistarlo dal sito ufficiale.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>