CD Projekt parla di pirateria e The Witcher 2

di Sorush Kavoosian Commenta

CD Projekt parla apertamente di pirateria e del rapporto tra software house e pirateria.

CD Projekt ha rivelato che ha stimato che The Witcher 2, gioco di ruolo seguito di The Witcher a 4 anni di distanza dall’uscita del primo capitolo della serie, è stato giocato da ben 4,5 milioni di giocatori che hanno scaricato una copia pirata del gioco, ben 5 volte in più degli utenti che invece hanno comprato il gioco.

CD Projekt è arrivata alla stima considerando che nelle prime 6-8 settimane dall’uscita del gioco, c’erano 20-30000 persone che stavano scaricando il gioco usando torrent. Se consideriamo che con una velocità media di download il gioco viene scaricato in 6 ore, possiamo dire che in 8 settimane abbiamo rinnovato ben 220 volte le 20000 persone intente a scaricare il gioco. Moltiplicando, arriviamo a circa 4,5 milioni di downloads illegali.


La software house non intende dotarsi di DRM (“verrebbe crackato molto facilmente”), ma ha preferito rilasciare dei contenuti extra, sia all’interno delle copie vendute nei negozi che in formato digitale, disponibili unicamente a chi ha comprato il gioco.

Inoltre la software house tende a considerare che una copia piratata non equivale ad un cliente perso, in quanto spesso la decisione è tra scaricare illegamente un gioco e non giocarci affatto, non considerando quindi l’opzione di spendere 50€ per comprare il gioco.
La software house inoltre pensa di espandersi sul mercato console, in quanto soprattutto sul mercato occidentale (CD-Projekt è della Polonia) il mercato console è ormai superiore al mercato PC, e offre un miglior rapporto tra copie comprate e copie pirata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>