Un documento svelerebbe l’arrivo di un nuovo eroe in Overwatch

di Enrico Cantone Commenta

Dall’archivio ufficiale “Storia di Overwatch” è spuntato un documento desecretato che sarebbe la dimostrazione concreta di un arrivo di un nuovo eroe nel famoso gioco sviluppato da Blizzard Entertainment. Parliamo di una lettera di Torbjorn con destinataria la moglie incinta. Andiamo a scoprire cosa c’è sotto.

Overwatch

Per prima cosa il nostro eroe scrive per rassicurare l’amata consorte sul suo stato di salute, al ritorno da una pericolosa missione. Torbjorn assicura sul suo rientro a casa prima della nascita della figlia e chiede ad ingrid di lasciare a Reinhardt (che gli ha salvato la vita durante l’ultima, già citata, missione) il compito di scegliere il nome della piccola.

Dettagli così specifici e un’attenzione così particolare verso la futura neonata sono indizi più che sufficienti: la figlia di Torbjorn ed Ingrid dovrebbe assumere un ruolo da protagonista, tanto che per molti potrebbe addirittura essere lei la nuova eroina del gioco. Uno scenario decisamente interessante, e da molti auspicato per dare maggior vigore ad un titolo che ultimamente sta mostrando qualche segno di “cedimento”.

Si tratta comunque, almeno per il momento, soltanto di supposizioni che stanno girando sui forum, vedremo se davvero la lettera (di cui in basso vi copiamo la traduzione) di Torbjorn ad Ingrid al ritorno da Istanbul sarà l’inizio di una nuova era per Overwatch.

Cara Ingrid,

So che ormai avrai già ricevuto notizia delle ferite che ho riportato nell’ultima missione. Anche se a sentirle sembrano terribili, i dottori sono sicuri che mi riprenderò completamente. È venuta a trovarmi anche Angela! Per quanto riguarda il braccio, prometto che sarà una mia priorità costruire una protesi adatta che faccia dimenticare a tutti che l’ho perso. Se solo la visione della rigenerazione tissutale di Angela fosse una realtà…! Le ho detto che dovrebbe lavorarci di più!

Mi hanno detto che non hai ancora le doglie, quindi spero di poter essere al tuo fianco, nella nostra casa di Göteborg, quando arriverà il momento. Aspettami, mi raccomando!

 

Avrai saputo che Reinhardt mi ha salvato la vita. Ho sentito quella storia almeno quattro volte, e ogni volta è più incredibile di quella prima. Esagerano, sai come succede, no? Ciò nonostante, hanno deciso di dargli un encomio per “l’eccezionale coraggio” dimostrato. Ci sono due parole che descrivono meglio quel grosso babbeo?

Si è piazzato accanto al mio letto e non se n’è più andato. Per scherzare gli ho detto che, se fosse stato zitto, gli avrei permesso di scegliere il nome per nostra figlia, un argomento con cui mi ha assillato negli ultimi mesi. Ovviamente, mi ha preso in parola. A dire la verità, ho pensato che potesse farle da padrino… Spero mi perdonerai per aver preso questa decisione senza averti consultato. Speriamo solo che non prenda troppo da lui.

Gli ho detto che qualsiasi nome avesse scelto avrebbe dovuto avere la tua approvazione, quindi speriamo che sia bello (anche se temo vada oltre le sue capacità, visti i nomi che sceglie per i personaggi delle sue “storie vere”).

Mi sono rotto di stare in ospedale. Spero di tornare presto.

Con amore,
Torbjörn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>