State of Play di Febbraio 2021: la lista

di pask Commenta

Avete visto lo state of play? Cosa ne pensate al riguardo? Venite a scrivercelo nei commenti dandoci la vostra opinione.

L’ultimo State of Play andato in onda sembra completamente privo di ogni pretesto per restare memorabile nella mente degli spettatori. Non so voi, ma la delusione delle aspettative aleggiava un pochetto nella nostra aria. Non escludiamo che qualcuno possa esserne rimasto entusiasta, però davvero la pochezza delle presentazioni troviamo sia stato un elemento predominante e vi spieghiamo perché con la lista dei giochi presentati. E pensare che questo è un evento considerato ormai importante per l’utenza Sony.

Crash Bandicoot 4 It’s About Time

L’importanza di avere un gioco uscito qualche anno fa, in chiave più moderna, è un fattore che possiamo considerare anche innegabile. Far conoscere qualcosa di vecchio alle nuove generazioni è davvero una mossa vincete. Basti pensare alla N’Sante Trilogy della stessa saga, per capire di cosa stiamo parlando. Un lavoro di restyling perfetto. Ora tornando a Crash 4 hanno davvero impegnato tempo di una convention abbastanza importante per dirci che hanno fatto dei miglioramenti grafici di un gioco uscito neanche un anno fa, per la ps5? Va bene.

Returnal

Passata l’amarezza di un annuncio povero, Returnal rimette in riga i giocatori e si mostra finalmente in qualche gameplay più approfondito. Sarà esclusiva ps4 (per ora) e sembra anche un titolo abbastanza valido.

Knockout City

Sembra aver preso ispirazione dal gioco conosciuto da noi come “palla avvelenata” mista allo sport “palla a mano”. Un multiplayer a squadre che ci auguriamo possa far piacere ai gamer che puntano sicuramente molto al fattore multiplayer.

Final Fantasy VII Remake

Anche qui forte abuso della parola remake, per un gioco che è ancora considerato nuova generazione. Si punta dunque ad un remake per ps5 con l’aggiunga (o contentino) di un dlc A PAGAMENTO “Intergate” che racconta la storia del personaggio di Yuffie.

Abbiamo visto poi Oddworld’s Soulstorm e Five Nights At Freddy’s Security Breach che ormai sono diventate delle saghe storiche che tutti bene o male conosciamo. Per l’ennesima volta ci viene mostrato Deathloop che sarà un’esclusiva Sony, in tutto il suo pieno potenziale. Adrenalina ed azione sembrano le parole giuste per definire questo sparatutto. Sifu un picchiaduro che sembra essersi ispirato in alcune sequenze al telefilm Netflix dedicato a Daredevil. Un beat’em up vecchio stile, ma con tanto stile moderno, interessante. Solar Ash Kingdom si mostra finalmente in un gameplay che mostra un titolo molto “artistico” in un mondo aperto da esplorare. Bello poi rivedere Kena Bridge of Spirits e notare che uscirà sia su ps4 che su ps5. Questo è sicuramente uno dei giochi più interessanti presentati già in passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>