State of Play di Febbraio 2021: la lista

L’ultimo State of Play andato in onda sembra completamente privo di ogni pretesto per restare memorabile nella mente degli spettatori. Non so voi, ma la delusione delle aspettative aleggiava un pochetto nella nostra aria. Non escludiamo che qualcuno possa esserne rimasto entusiasta, però davvero la pochezza delle presentazioni troviamo sia stato un elemento predominante e vi spieghiamo perché con la lista dei giochi presentati. E pensare che questo è un evento considerato ormai importante per l’utenza Sony.

Crash Bandicoot 4 It’s About Time

L’importanza di avere un gioco uscito qualche anno fa, in chiave più moderna, è un fattore che possiamo considerare anche innegabile. Far conoscere qualcosa di vecchio alle nuove generazioni è davvero una mossa vincete. Basti pensare alla N’Sante Trilogy della stessa saga, per capire di cosa stiamo parlando. Un lavoro di restyling perfetto. Ora tornando a Crash 4 hanno davvero impegnato tempo di una convention abbastanza importante per dirci che hanno fatto dei miglioramenti grafici di un gioco uscito neanche un anno fa, per la ps5? Va bene.

Returnal

Passata l’amarezza di un annuncio povero, Returnal rimette in riga i giocatori e si mostra finalmente in qualche gameplay più approfondito. Sarà esclusiva ps4 (per ora) e sembra anche un titolo abbastanza valido.

Knockout City

Sembra aver preso ispirazione dal gioco conosciuto da noi come “palla avvelenata” mista allo sport “palla a mano”. Un multiplayer a squadre che ci auguriamo possa far piacere ai gamer che puntano sicuramente molto al fattore multiplayer.

Final Fantasy VII Remake

Anche qui forte abuso della parola remake, per un gioco che è ancora considerato nuova generazione. Si punta dunque ad un remake per ps5 con l’aggiunga (o contentino) di un dlc A PAGAMENTO “Intergate” che racconta la storia del personaggio di Yuffie.

Resident Evil 8 + Re:Verse in arrivo per Capcom

Come ormai è ben noto a tutti i fan di Capcom, Resident Evil 8, battezzato con il nome di Resident Evil VIllage, è realtà. Sono usciti da pochi giorni i trailer del gameplay e quelli i cui si vedono chiaramente chi saranno i nuovi nemici da affrontare. Andiamo dunque a vedere quali reazioni questo trailer ha scaturito in questi giorni intercorsi.

Partiamo subito dal soggetto più chiacchierato di questi giorni. La vampirona, che sarebbe l’unione di vamp e tettona, Lady Dumitrescu è già l’icona dei meme per eccellenza. Meme ovviamente a sfondo sessuale. Molti fan lamentano la totale mancanza del fattore “paura” che un boss come Nemesis o Mr.X trasmettevano nei capitoli iniziali, ma anche qualcuno dalle fattezze lugubri come l’allegra famigliola di Resident Evil 7. Indubbiamente per confutare se un gioco possa essere all’altezza va giocato ed è per questo che Capcom ha già cominciato a rilasciare le prime demo. Da non dimenticare le due accompagnatrici, sicuramente più suscettibili come personaggi dato il loro aspetto più mostruoso.

Come avrete notato la copertina di Re Village su ps5 raffigura un Chris Redfield metà uomo e metà licantropo. A quanto pare Capcom, senza farsi troppi problemi, potrebbe far raggiungere un punto di svolta epocale per uno dei personaggi più iconici, pilastro della saga sin dagli albori essendo anche uno dei due protagonisti principali del primo capitolo. Cosa succederà dunque all’inossidabile Chris Redfield? È la domanda che tutti si fanno.

State of Play: tutto l’evento di Sony Playstation non esente da polemiche

Si è svolto qualche giorno fa lo state of play di playstation 4 che oltre ad aver presentato diversi giochi si è beccato una serie di polemiche riguardo uno dei giochi visti. Andiamo dunque ad analizzare cosa è successo a questo evento.

Tra i primi giochi presentati troviamo Crash Bandicoot 4 It’s about time. Titolo fresco di naughty dog che arriverà entro fine anno. Tutto quello che riguarda il mondo crash lo abbiamo già anticipato in questo articolo, quindi se volete approfondire vi invitiamo a cliccare.

Hitman III VR offre l’esperienza dell’assassino unita alla realtà virtuale, dove sarete voi a scegliere le movenze che dovrà adottare Agente47 in gioco. Tutta la trilogia sarà disponibile da gennaio 2021.

Piccola parentesi dedicata a Braid, il platform sviluppato da Hothead e Number one che in occasione dello state festeggia con l’anniversary edition. L’esperienza offerta da questa anniversary è la stessa di un remake. Il gioco è stato rimodernato e ripitturato per girare al meglio sulle risoluzioni odierne (essendo uscito nell’ormai lontano 2008).

The Pathless sviluppato da Giant Squid è un titolo che uscirà su playstation 5 durante le feste natalizie 2020. Open World ambientato in una foresta che vi farà utilizzare una Hunter, arciera accompagnata da un’aquila che avrà il compito di cacciare talismani che aumenteranno le abilità del vostro personaggio fino a raggiungere la battaglia infuocata contro questa bestia infuocata.

Per rivedervi tutto potete visionare questo video che racchiude l’evento con tutti i giochi presentati.

Crash Bandicoot si divide in due tra mobile e console

Crash Bandicoot: On the Run

Titolo mobile che ha visto la conferma con la neo pagina twitter dove è stato pubblicato prima un teaser e poi il trailer di presentazione che potete visionare qui sopra. Il gioco dovrebbe essere disponibile per la fine dell’estate 2020, ma potete scaricare una versione di prova sia sull’app store che su google play quindi sarà disponibili sia per sistemi iOs che android. Il gioco inizialmente doveva chiamarsi semplicemente Crash Bandicoot Mobile, salvo poi passare al titolo definitivo “On The Run”. Realizzato da una collaborazione tra Naughty Dog e King, noto sviluppatore di giochi mobile e già artefice del fortunato Candy Crash. Il genere sarà endless run, ovvero corsa continua dove il giocatore dovrà schivare nemici ed ostacoli proprio come nell’universo Crash conosciuto. Dal trailer si nota la presenza di Coco, storica compagna di avventure del Bandicoot più pazzo della storia.